IOIO NON HA DUBBI: “NON SAREMO INFERIORI A NESSUNO”

Arriva a Portici dopo essere andato in gol diciassette volte, lo scorso anno, con la maglia della Sibilla, e c’è chi ci tiene a precisare “senza rigori”. Be’, un bel biglietto da visita per Patrizio Ioio, un attaccante del ’94 con la mira di un cecchino. L’anno in terra flegrea è stato entusiasmante per lui, il pingue bottino realizzativo ne ha fatto crescere le quotazioni ma il Portici si è fiondato su di lui riuscendo ad accaparrarsene i servigi. Già conosce diversi nuovi compagni di squadra, con alcuni condivide l’età, si pensi a Murolo, con altri addirittura età e parentela, il riferimento è a Scielzo. Storie di fidanzamenti e ci si ritrova a far parte della stessa famiglia, se poi si è compagni di squadra, la speranza è che si diventi anche gemelli del gol con la stessa maglia. Il Portici si sta dotando di una insidiosa batteria di attaccanti e l’acquisto di Rima, poi, è la ciliegina sulla torta. Per Ioio scegliere Portici non è stato difficile: “Ho percepito da parte dei dirigenti la volontà di volermi in squadra e questo per un giovane è importante, la loro serietà mi ha convinto ad accettare. Conoscevo il direttore Stiletti e la sua professionalità, ma tutti mi hanno trasmesso quella fiducia, allenatore compreso, che mi ha spinto ad iniziare questa esperienza con la maglia azzurra”. È uno che preferisce i fatti alle parole, alla sua età ha tanta voglia di parlare in campo più che di perdersi in chiacchiere fuori. Ed è convinto che questa squadra darà del filo da torcere a tutte le avversarie, siano esse accreditate o meno: “Diremo sicuramente la nostra senza timori reverenziali e lotteremo per farci spazio tra le posizioni che ci competono. Noi guardiamo sempre in casa nostra senza curarci degli altri, se poi ci saranno squadre più forti di noi, lo dovranno dimostrare sul campo ma da parte nostra non ci sarà alcuna soggezione e giocheremo con la consapevolezza del nostro valore indipendentemente da chi avremo di fronte”. Lapidario ma pregnante quando gli si chiede se incominci questo campionato avendo fissato un obiettivo dal punto di vista personale: “Farò di tutto per riconfermarmi ad alti livelli e mantenere una continuità di rendimento”. Con la maglia della Sibilla si è esaltato in zona rete, del resto le referenze di un attaccante sono rappresentate proprie dalla sua prolificità, ecco perché il suo nome si configurava come un oggetto del desiderio. Ioio è un attaccante molto duttile ma con una predilezione: “Faccio della rapidità la mia arma migliore, posso agire anche da seconda punta ma, dovendo scegliere, preferisco partire al centro. Chiaramente mi adeguerò a quelle che saranno le disposizioni del mister, sono al servizio della squadra e lavorerò con il massimo impegno perché il mio contributo sia prezioso”.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici Calcio 1906

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *