Un pre-campionato tra novità, slanci ed entusiasmo

È iniziata la settimana che ci condurrà alla prima gara ufficiale, ciò che intendiamo fare è raccogliere e riassumere gli elementi che sono emersi dal ritiro del Portici. Partiamo da ciò che è stato registrato nell’ultimo fine settimana calcistico, l’ultimo di agosto, adesso a settembre si inizierà a fare sul serio. Venerdì pomeriggio, contro la Rinascita Sangiovannese, è arrivato un pareggio che ha lasciato un po’ di amaro in bocca. I nostri hanno dominato collezionando una miriade di occasioni gol non concretizzate e, alla fine, non sono stati bastate le reti di Scielzo e Rima per superare gli avversari che si affronteranno nuovamente per la coppa Italia. La squadra è stata pervasa una rabbia incontenibile che, già l’indomani mattina, è andata ad annichilire il San Vitaliano, una buonissima compagine di Promozione che può vantare giocatori importanti per la categoria. Otto le reti con cui ci si è imposti contro i gialloblu, in grande spolvero Murolo, autore di una tripletta, poi le altre firme sono state apposte da Scielzo, Ioio, Ragosta, Fiorillo, più un’autorete. 2-8 il punteggio complessivo e, conoscendo mister Borrelli, sicuramente lavorerà sulla fase difensiva per renderla più impermeabile.

Una battuta su Murolo, è un classe ’93 ma che gioca con la semplicità di un veterano, basta vederlo in campo per capire che si tratta di un gigante dell’area di rigore. Chiedergli di stare per più di una partita lontano dal gol è peggio di una condanna, di un atroce supplizio, di una ghigliottina incombente. Per poco non pareggiava da solo nel test contro la Scafatese, era stato anche poco freddo davanti alla porta in almeno due ghiotte occasioni, è vero, ma quando decide di far male, questo qui è uno che non perdona, eh! Guai a pensare di averlo imbrigliato, magari lui stesso vuole creare una tale sensazione per poi fare fuoco e fiamme e dire a tutti gli altri “dove eravamo rimasti?”. Naturalmente, e sono i dati che supportano questa considerazione, non c’è solo Murolo in attacco, che dire di Scielzo che, dopo essere rimasto a secco nelle prime due amichevoli, non si è più fermato? Poter contare sulla sua esplosività è un’arma affilata in grado di giustiziare qualsiasi contendente. Che abbondanza lì in avanti, non vorremmo proprio stare nei panni del nostro allenatore, nel trio d’attacco qualcuno non può partire dall’inizio. E come si può lasciare in panca uno come Ioio che ti entra, ti segna e ti fa vincere una partita? E quando hai anche uno come Rima, tra i più forti attaccanti della categoria e non solo, sai che può bastare un sinistro a rientrare e gli avversari te li ritrovi al tappeto. Il mister farà le sue scelte, i giocatori devono essere più motivati a mille, chi ha personalità, e i nostri attaccanti ne hanno da vendere, in una situazione simile si esalterebbe come non mai. E, da quello che si prospetta, si prevedono continue turnazioni in attacco, perché c’è bisogno di rifiatare ed è giusto che giochi chi sta più in forma.

E la concorrenza non c’è solo in attacco, prendiamo il caso della mediana. Nelle ultime due amichevoli, è stato tenuto Sardo precauzionalmente al riposo, in campo ci è andato Ragosta che ha ricambiato la fiducia con un gol. Cosa fare di più? Note dalla difesa? Se un Fiorillo, che gioca ininterrottamente senza sbavature, si mette anche a segnare, allora c’è di che essere soddisfatti. Capitan Alterio è come sempre una garanzia, ma vogliamo dimenticare Ursomanno? Uno che può ricoprire più ruoli garantendo tempi di intervento perfetti, fisicità e piede educato. Benissimo anche la batteria di under che il diesse, Stiletti, ha messo a disposizione dell’allenatore. Sono stati giorni di fuoco per il Portici, che aveva bisogno di mettere benzina nelle gambe, c’è chi ha definito di un’altra categoria tutta questa preparazione grazie ad attrezzature efficienti, competenza  e professionalità dello staff tecnico e dirigenziale, qualità e servizio di prim’ordine a La Conchiglia, bellezza e fascino del Lido Arturo. Lo spogliatoio è unito, la società è compatta, l’aria è serena, la fiducia è alta e le speranze lievitano. Ci sono tutte le premesse per tenere vivo quest’entusiasmo.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *