Il calendario del Portici partita per partita

Finalmente i calendari. In serata sono stati pubblicati i calendari di Eccellenza e ora sappiamo cosa attende il nostro Portici. Dopo la composizione dei gironi, abbiamo anche le giornate, c’era molta curiosità di sapere chi sarebbe stata la nostra prima avversaria. Svelato l’arcano: si tratta della Virtus Volla e che impatto per il nostro tecnico! Per mister Borrelli non sarà facile gestire l’emozione alla sua prima da allenatore essendo lui un vollese ed ex giocatore biancoazzurro.  Si andrà, dunque, in casa della squadra che detiene la coppa Italia Regionale avendola vinta contro la Scafatese nella finale del “Giraud”. Dopo il debutto, sperando in un primo blitz corsaro, si ospiterà in casa una isolana come l’Isola di Procida e chissà che, sotto gli occhi di qualche grande del passato, non si offra una prestazione maiuscola e soprattutto vincente. Alla terza c’è già un derby che quest’anno è particolarmente sentito, contro il San Giorgio dell’ex Sarnataro e club con cui in questo campionato ci si divide il rettangolo di gioco. Il tecnico porticese è stato per anni sulla panchina azzurra, sicuramente sarà una partita sentitissima da entrambe le parti con le due squadre che si accreditano per un campionato di alto profilo. Il calendario, quindi, non è andato per il sottile e ha messo di fronte Portici e San Giorgio quasi subito, nella speranza di assistere ad un bello spettacolo sia in campo che sugli spalti del “Paudice”. Alla quarta verrà il turno di affrontare il Real Forio, poi l’Hermes Casagiove e il neopromosso Casalnuovo. Alla settima, quando ci si appresta a mettersi alle spalle anche il mese di ottobre, si va in casa della Sessana che, dopo aver conteso lo scorso anno il primo posto alla Turris, si candida per un’altra stagione di vertice. Un anno fa, il Portici andò a sbancare con una certa autorevolezza la tana aurunca tarpando le ali a Fava e compagni, sicuramente ci proveremo anche quest’anno. Dopo una difficile trasferta, arriverà la Sibilla in casa, con Ioio che ritroverà quella maglia con cui ha segnato gol a grappoli. Gli impegni esterni sono uno più insidioso dell’altro perché, dopo l’uscita casertana, si andrà in terra oplontina ad affrontare quella che, ai nastri di partenza, si configura come un’autentica corazzata. Il Savoia di Teore Grimaldi vorrebbe stracciare il campionato, chissà come sarà la classifica dopo due mesi di campionato. La gara avrà un sapore particolare per il nostro Rima che, essendo di Torre Annunziata, avrà il cuore un po’ combattuto ma da professionista qual è farà di tutto per provocare un dispiacere alla squadra della sua città. Dopo la grande sfida del “Giraud”, arriverà l’Arzanese in casa, una squadra che, solo due anni fa, salutò il professionismo a testa altissima nello spareggio di San Miniato contro il Tuttocuoio. Fiorillo si troverà di fronte il suo passato, quando ad Arzano sfiorò la promozione. Si giocherà per due giornate consecutive in casa e, dopo il club biancoazzurro, sarà ospitato il Gladiator, guai a sottovalutare i sammaritani che conoscono molto bene la categoria. A fine novembre, si andrà in casa dell’altra neopromossa, la Boys Caivanese e poi, a due giorni dall’Immacolata, si giocherà tra le proprie mura il super-derby con l’Herculaneum, una sfida che vale tantissimo dal punto di vista del campanile. Contro i cugini ercolanesi è la madre di tutte le partite e, quest’anno, la sfida assumerà ancora più fascino essendo, la squadra di Vitter, una delle candidate alla leadership del girone. Sarà una giornata particolare per Basso che ha lasciato un ricordo bellissimo nella città degli Scavi e chissà che, dopo aver giustiziato quella che sarebbe diventata la sua nuova squadra, non si ripeta con un golletto dell’ex. L’ultima trasferta del girone d’andata sarà quella di Mondragone e poi, con il Natale alle porte, si affronterà lo Stasia, in quella squadra in cui Basso e Sardo vinsero la coppa Italia e che a Portici hanno coronato il sogno di rigiocare di nuovo insieme in mediana. A fine dicembre, si potranno trarre i primi bilanci e si vedrà cosa dirà la classifica al giro di boa in un mese spartiacque, dove inizia un altro campionato. Allacciamo le cinture e prepariamoci a partire.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *