Ingresso libero contro la Juve Pro Poggiomarino. Tutti al “Liguori”!

Alla fine si giocherà di domenica pomeriggio, non più di sabato come era stato comunicato in un primo momento, Juve Pro Poggiomarino-Portici 1906, prima gara di coppa Italia, andrà in scena domenica alle ore 16.00 al “Liguori” di Torre del Greco. Dopo un pre-campionato di fuoco, e tante amichevoli in cui si è avuta la possibilità di dimostrare la propria forza, adesso non si può sbagliare neanche di una virgola. L’avversaria milita in Promozione, in una categoria inferiore, ma che il dato non tragga in inganno: la compagine giallonera è da prendere con le molle, questa sfida nasconde diverse insidie da non sottovalutare. Si giocherà in terra corallina, non molto distanti dalla città della Reggia, quindi, considerando anche l’ingresso libero, si spera in un esodo massiccio di tifosi porticesi. C’è chi non vede l’ora di assistere ad una partita ufficiale, con i tre punti in palio, e di vedere le nuove maglie, quelle che ci accompagneranno per un anno intero. Mister Borrelli ha preparato la squadra a dovere, la voglia di scendere in campo e di prevalere è tanta, nonostante la consapevolezza che non sarà affatto una passeggiata. Il tempo dei test è finito, ora iniziano i banchi di prova, gli esperimenti non servono più ma ci si deve armare di certezze, e il Portici ne ha tratte tante in quest’ultimo mese. È fondamentale partire bene, l’entusiasmo che si è creato deve essere alimentato, anche per questo ci si aspetta una bella risposta da parte della tifoseria. Ripetiamo, le porte saranno aperte a tutti, l’ingresso sarà gratuito, bisogna affollare le gradinate del “Liguori” per poi spostarsi al “Paudice” per il campionato, in attesa che, quanto prima, ci si stabilirà definitivamente nel proprio stadio, in quel “San Ciro” che vuole riaprire le braccia alla sua squadra. Ma ora meglio pensare al presente, manca poco ormai, la concentrazione dovrà moltiplicarsi perché è arrivato il momento di iniziare a fare sul serio. Domenica sarà la gara che inaugurerà la stagione agonistica, non occorre alcunché per varcare le soglie dell’impianto torrese, ciò che occorre è un entusiasmo contagioso perché, essendo la prima, i giocatori possano fare il pieno di amore, riempire quel serbatoio che non dovrà mai svuotarsi o alleggerirsi. Il Portici ha bisogno di Portici, questo è il momento per far sentire tutto il proprio calore, che il “Liguori” si ammanti di azzurro e unisca i nostri cuori in un comune sussurro.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *