Difendiamo la nostra fortezza. Si torna al “San Ciro”

Il ritorno nel nostro tempio. Lì dove risiede tutto il tifo porticese, lì dove ci si sente a casa, lì dove albergano sensazioni di un amore viscerale, difficile da spiegare ma da cui è straordinario farsi trasportare. Il Portici ritorna al San Ciro”, stavolta è una gara ufficiale, che si giocherà domani alle 16.00 contro la Rinascita Sangiovannese. È una partita di coppa Italia, una competizione che, anche a detta del mister, non si intende affatto snobbare. Prima di pensare alla seconda di campionato contro l’Isola di Procida, ci si dovrà concentrare prima su questa gara infrasettimanale ma che, mai come stavolta, ha un sapore particolare. Si giocherà al “San Ciro” e si spera di respirare l’aria delle grandi occasioni, perché è la giornata giusta per fare il pieno di amore e di entusiasmo. Sarebbe bellissimo vedere un andirivieni di persone nei pressi di via Farina, l’ingresso è gratuito, tutti possono entrare senza problemi a sostenere i nostri colori. Il Portici a Portici, da brividi! La speranza è che il nostro stadio venga preso d’assalto con una passione senza limiti. Questa squadra ha bisogno della sua gente e, inoltre, merita tutto il sostegno. Dopo il pari di Volla, ma non sempre gli episodi ci gireranno male, l’appuntamento con i tre punti è solo rimandato, ora quello più vicino è con la propria gente. È un mercoledì di metà settembre, con una temperatura mite secondo le previsioni, di primo pomeriggio tutti i porticesi hanno la possibilità di seguire da vicino la squadra della propria città. Si può venire in auto per chi abita nella zona alta, si può venire con il motorino oppure facendo due passi, godendosi una bella passeggiata tra le strade della città della Reggia. Una vittoria contro la Rinascita Sangiovannese, che in amichevole ha dato qualche gatta da pelare alla squadra di mister Borrelli, sancirebbe la qualificazione alla fase successiva di una competizione che, più si va avanti, e più diventa succulenta. Dedichiamo due ore al nostro Portici e domani, alle 16.00, presentiamoci in massa al “San Ciro” per assistere alla partita della squadra della nostra città. C’è chi smania dalla voglia di esserci, specialmente dopo aver dovuto rinunciare per le porte chiuse alla prima di campionato, trasciniamo quante più persone possibili al fianco della nostra maglia. È probabile che la maggioranza dei nostri sessantamila abitanti segua il calcio ma fermandosi alla serie A, ora è arrivato il momento di scoprire l’emozione che suscita la squadra della propria città. Il “San Ciro” è la nostra fortezza, a guardia di una fede, a difesa di una grande bellezza!

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *