Portici-Rinascita Sangiovannese 5-1: le parole di mister Borrelli

Può essere soddisfatto della creatura che sta plasmando a sua immagine e somiglianza. Sarà anche il suo primo anno di allenatore ma il carisma gli è innato, del resto o ce l’hai o non ce l’hai. Lui ne era dotato in campo e non l’ha perso stando costantemente alzato dalla panchina a fornire indicazioni e suggerimenti ai suoi giocatori. Ora è lui a gestire un gruppo e lo sta facendo alla grande. A fine gara, dopo il pokerissimo rifilato alla Rinascita Sangiovannese, elogia il suo Portici e in particolare chi si è fatto trovare pronto una volta chiamato in causa: “Era difficile giocare con questa intensità per il caldo e dopo la partita di domenica a Volla. Oggi mi sono piaciuti molto i ragazzi che hanno dimostrato di essere affidabili e in grado di poter fornire il loro apporto. Dobbiamo giocare sempre con questo spirito, abbiamo interpretato benissimo la partita così come fatto domenica ma il risultato è stato diverso. Se ci facciamo caso, le occasioni sono state le stesse ma oggi siamo stati più cattivi sotto porta e abbiamo realizzato cinque gol, gli stessi che potevamo realizzare anche a Volla. Questo per far capire la superiorità che c’è stata in campo domenica scorsa, il Portici ha dominato contro la compagine vollese, il pari è stato frutto di sfortuna e di episodi sfavorevoli”. A Volla, soprattutto nella ripresa, si è subito gol nell’unica occasione concessa agli avversari, edulcorare la rabbia era difficile. Nella gara di coppa Italia la mira è migliorata e migliorerà ancora: “E’ andato tutto bene – sottolinea il mister –  e i nostri gol sono il risultato di schemi provati in allenamento. A Volla il gol di Basso così è nato e oggi quello di Ineguale l’avevamo provato proprio il giorno prima. Ecco perché mi professo soddisfatto, non posso non esserlo quando vedo tradurre sul rettangolo di gioco ciò che proviamo in settimana. Ciò che dobbiamo evitare, ma capisco che è un istinto naturale, è di essere troppo frenetici sotto porta, predico calma perché cerchiamo di arrivare al gol attraverso il gioco e, con questa linea, prima o poi si va in rete. Chiudendo il discorso partita, faccio ancora un plauso agli under su cui potrò fare sempre affidamento se le risposte sono queste. E non inganni il risultato, la Rinascita Sangiovannese è una squadra di Promozione molto attrezzata che vanta in organico ragazzi interessanti”. Ora non c’è un attimo da perdere perché bisogna ospitare l’Isola di Procida, continuare a vincere irrorerebbe di ulteriore entusiasmo l’ambiente porticese: “Come volevamo, abbiamo chiuso la pratica qualificazione, ora testa rivolta alla gara contro l’Isola di Procida. Non sarà facile perché affrontiamo un’avversaria forte che bisogna affrontare con la grinta e con la mentalità giusta. Lavoreremo nei prossimi giorni per farci trovare pronti al nostro debutto casalingo”.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *