Portici 1906-Real Forio 1-0. Le dichiarazioni di Fiorillo e Visone

Sono tanti i calciatori spavaldi in campo e con un altro carattere fuori, che non amano apparire, che non rientrano nella categoria di quelli che, con uno stravagante neologismo, vengono definiti “faccionisti”. Molto giocatori del Portici preferiscono far parlare il campo piuttosto che presentarsi davanti alle telecamere, specialmente dopo gare ad alto contenuto emotivo. Contro il Real Forio, in tanti meriterebbero una menzione d’onore, l’uomo partita è stato Sardo per aver siglato il gol che è valso la prima vittoria. Ma una prova monumentale l’ha fornita Fiorillo, impressionante la quantità di palloni che ha colpito di testa sovrastando gli attaccanti, quando un difensore riesce a far terra bruciata intorno a sé, significa che sta svolgendo bene le sue mansioni. Il buon Sasà, con quel suo piglio autorevole, si ritrova anche a dirigere la difesa da vero leader, insieme ad Alterio che indossa la fascia di capitano. Lì dietro il Portici non ha fatto passare niente in questa seconda gara casalinga, anche quando il Real Forio ha dato l’impressione di voler provare a fare qualcosa, gli azzurri hanno abbassato un po’ il baricentro ma la diga non ha ceduto di un millimetro. Semplice e preciso il concetto espresso da Fiorillo nel post-partita: “E’ stata davvero un grande vittoria, conquistata e sudata. Abbiamo giocato subito a ritmi alti per far capire di voler vincere e ci siamo riusciti, siamo contenti e speriamo di continuare su questa strada”. Dovesse continuare così, potrebbe diventare un beniamino del pubblico che ne apprezza le doti sia tecniche che temperamentali. Il fisico è da difensore di razza, il carattere è di quelli forti, le prestazioni vanno sempre meglio. Mister Borrelli, in quello che era il suo ruolo, può contare su un grande difensore centrale, e ne è perfettamente consapevole.

Il tecnico può contare anche su under di grande forza e personalità come Antonio Visone che, da terzino destro, si sta disimpegnando molto bene guadagnandosi la fiducia dell’allenatore. Il Real Forio non si è mai reso pericoloso dalle sue parti, dove era lui a presidiare la difesa, come se avessero capito l’andazzo. Anticipi, ottime chiusure, servizi precisi ai compagni, una prova ordinata e diligente quella di Visone. Certo, è pur sempre un under e, come tutti i ragazzi della sua età, deve ancora crescere tanto, tantissimo e la condizione necessaria per crescere bene è farlo con umiltà. Intanto, giusto godersi questi tre punti, tanto voluti e ora ottenuti: “Finalmente possiamo festeggiare la prima vittoria dopo tre pareggi consecutivi. Ci tenevamo a conquistare l’intero bottino, sapevamo che non era facile e che dovevamo sudare, l’abbiamo fatto ma alla fine abbiamo meritato questo successo”.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *