Il passato che ritorna – Il Portici 1906 recupera quattro coppe storiche

Ci sono trofei che gente con indosso la maglia del Portici ha alzato al cielo in anni diversi, competizioni diverse e che la società attuale sta cercando di recuperare. Grazie alla collaborazione dell’avv. Nunzio Costa, il Portici 1906, nella persona del diggì Maurizio Minichino, ha recuperato quattro coppe vinte e che ora sono esposte in sede (Città di Portici nel ’73, coppa Juniores nel ’69-’70, campionato Under 19 nell’82-’83, coppa Allievi nell’81-’82). Ci stiamo attivando per raccogliere qualche materiale in più su questi successi che appartengono alla nostra storia, ma intanto volevamo condividere con tutti voi la gioia di esserci riappropriati dei nostri trofei. Sicuramente dietro ogni conquista c’è tanto sudore, sacrificio, amore, ed è giusto che ogni premio venga valorizzato perché, inoltre, dietro ogni vittoria ci sono soprattutto delle persone. Questo non va mai dimenticato, ogni persona è una storia degna del massimo rispetto, un cammino diverso l’uno dall’altro, indipendentemente dall’età. Ogni persona porta con sé qualcosa, un giovane l’infanzia, l’adolescenza e un castello di sogni, un adulto anni di esperienza e maturità in più, un anziano la saggezza di vita vissuta e una visione più realistica. Ma il tempo delle emozioni non finisce mai e non tiene conto dell’età anagrafica, lentamente muore chi perde la voglia di emozionarsi, direbbe Pablo Neruda. E rispolverare trofei di un Portici appartenente al passato è una grande emozione, far riemergere qualcosa dall’archivio dei ricordi è come se lasciasse nell’aria qualcosa di diverso rispetto alle solite percezioni. Ogni coppa da tante mani è stata toccata, magari baciata e da qualche lacrima sfiorata. Il nostro lavoro di ricerca continua, per ridare al Portici ciò che gli spetta, ed è sempre una sensazione bellissima quando qualcosa ritorna nella propria casa. La sede del Portici, oltre ad essere un punto di riferimento per tutti i tifosi azzurri, deve essere anche il luogo dove vengono custoditi cimeli dal valore inestimabile, che richiamano grandi imprese, che riportano alla mente le glorie di un passato che è servito a scrivere la storia. Non solo un popolo, ma anche un club non ha futuro senza memoria.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *