Terza vittoria consecutiva, il Portici vince e diverte

PORTICI 1906 – CASALNUOVO 2-0

PORTICI 1906 (4-3-3): Amato; Visone, Alterio, Fiorillo, Novelli; Sardo (dall’88’ Veneruso), Olivieri, Basso; Scielzo, Murolo (dall’84’ Ragosta), Ioio (dal 75′ Ursomanno). A disp. Menna, Ineguale, Romano, Sequino. All. Borrelli

CASALNUOVO (4-3-3): Sollo; Pelliccia, Scafaro (dall’86’ D’Auria), Scognamiglio, Donniacono; Pallonetto, Siciliano, Amoroso (dal 73′ Imparato); Riccio, Sorrentino, Pagano (dall’81’ Pispico). A disp. Mazzola Romano, D’Alise, Silvestro. All. Castaldo.

ARBITRO: Fucci di Salerno. Prima assistente: De Angelis di Nocera Inferiore. Secondo assistente: Maiorino di Nocera Inferiore.

RETI: 21′ Olivieri su rigore, 77′ Basso.

NOTE. Ammoniti: Ioio (P); Pelliccia, Donniacono, Scognamiglio (C) . Recupero: 1′ pt, 3′ st.

Il Portici, da quando ha iniziato a vincere, non intende fermarsi più. Anche oggi, in una gara giocata di domenica pomeriggio al “Liguori” di Torre del Greco, la prestazione è stata più che positiva e sulla vittoria non ci può essere alcuna recriminazione avversaria. Dispiace che si sia giocato in un brutto orario ma la società deve attenersi alla disponibilità di chi ci ospita, di più non si può fare, in attesa di sviluppi rilevanti sul “San Ciro”. Intanto ci si gode questa squadra che, indipendentemente da dove giochi, riesce a dettare legge imponendosi con autorevolezza sulle avversarie di turno. Terza vittoria consecutiva in campionato (la quarta considerando quella di coppa Italia) e terza partita chiusa senza subire reti, i dati positivi ne sono tanti, il processo di crescita continua e deve continuare senza alcuna pressione. Questa squadra, come richiesto dalla società, sta divertendo e, pur consapevole di avere nel girone autentiche corazzate, non pensa ad altro che a concentrarsi su chi si ritrova di fronte cercando di prevalere attraverso il gioco.

Sin dai primi minuti, si nota un Portici arrembante e propositivo che già dopo due giri di lancette sfiora il gol con Basso. Grandissima apertura di Sardo dalla trequarti di destra e palla a Basso che entra in area ma il suo tiro si spegne di poco a lato. Dopo quasi dieci minuti, è Murolo a sfiorare il vantaggio lasciando partire un tiro che colpisce la parte esterna del palo. Il Casalnuovo è in ambasce e gli azzurri insistono per sbloccare la partita. Al 13′ Scielzo semina il panico sulla sinistra, la mette al centro dove Ioio cerca di impattare la sfera che viene svirgolata all’ultimo da un difensore granata. La pressione inizia a diventare più forte e al 21′ si registra il primo episodio chiave: Scognamiglio la colpisce in area con le mani e l’arbitro non ha dubbi nell’indicare il dischetto del rigore. Ad incaricarsi della battuta è Olivieri che batte magistralmente dagli undici metri portando gli azzurri in vantaggio. Si registrano altre occasioni per arrotondare il risultato già prima dell’intervallo ma la difesa ospite, in qualche modo, riesce sempre a salvarsi e mantenere la speranza di ritornare in partita. Un buon Portici nella prima frazione, squadra compatta, riuscita a passare in vantaggio dopo venti minuti senza mai correre rischi in difesa.

Anche nella ripresa, gli uomini di mister Borrelli partono forte e, dopo cinque minuti, sfiorano il raddoppio con Ioio la cui girata al volo, dopo uno splendido traversone di Basso dalla sinistra, finisce a lato ma, avesse centrato la porta, non ci sarebbe stato scampo per Sollo. Anche i granata iniziano ad affacciarsi dalle parti di Amato e lo fanno soprattutto cercando di creare qualche mischia in area sui calci piazzati, su uno dei quali si rende pericolisissimo Scognamiglio di testa ma il numero uno porticese smanaccia in angolo. Sono dei sussulti della squadra di mister Castaldo ma è sempre il Portici ad avere la partita in pugno, ci prova ancora Ioio con il portiere che gli dice no con un grande intervento. L’ex Sibilla fa di tutto per sbloccarsi ma anche un po’ di sfortuna gli nega la gioia del primo gol in campionato. Il Casalnuovo si scopre un po’ e si aprono praterie per i giocatori azzurri che, in campo aperto, sanno come far male. Al 77′ arriva il raddoppio per i padroni di casa che fanno scorrere i titoli di coda sulla partita: azione insistita e da applausi di Murolo che, per superare il portiere, si defila dallo specchio della porta, al centro accorre Basso che, ricevuta palla dal compagno di squadra, firma il suo secondo gol consecutivo, il terzo in quattro partite di campionato, una media impressionante per lui. Ma, oltre a segnare, arriva spesso sul fondo per favorire gli inserimenti degli attaccanti, una vera scheggia. Sul 2-0 la partita viene archiviata e al Casalnuovo manca la forza per reagire e riaprire il match.

Complimenti a questi ragazzi che stanno facendo cose straordinarie, non era facile avere ragione in modo così netto di una squadra scorbutica come quella allenata da mister Castaldo. Ancora una volta il centrocampo assurge al potere e i suoi interpreti firmano la vittoria. Olivieri e Basso regalano al Portici tre punti preziosissimi che permettono di dare continuità ai risultati e di rendere allettante anche una classifica che, dopo appena sei giornate, è meglio non guardare. La squadra vince e si diverte, il pubblico è soddisfatto, parlare di altro è superfluo.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *