Portici show a Vitulazio. Una domenica mattina da leoni!

SESSANA-PORTICI 1906: 1-3

SESSANA (4-3-3): Borrelli; Mignogna, Camorani, Parente, Iannitti (dal 67′ Arigò); Acampora (dal 67′ Fava Passaro), Improta (dal 77′ Zamparelli), Bosco; Di Ruocco, Signorelli, Grezio. A disp. Ciontoli, Pisaniello, Fava M., Di Lanna. All. Ricciardi.

PORTICI 1906 (4-3-3): Amato; Visone, Alterio, Fiorillo, Novelli; Sardo (dal 51′ Rima), Olivieri, Basso; Scielzo (dal 77′ Ursomanno), Murolo, Ioio (dal 90′ Ragosta). A disp. Menna, Veneruso, Romano, Ineguale. All Borrelli.

ARBITRO: Mollo di Castellammare di Stabia. Primo assistente: Russo di Nola. Secondo assistente: Luciano di Nola.

RETI: 31′ Parente (S), 54′ Rima (P), 75′ Scielzo (P), 87′ Ioio (P).

NOTE. Amm: Improta, Parente, Zamparelli (S); Olivieri, Fiorillo, Ioio, Basso, Ursomanno (P). Recupero: 1′ pt, 5′ st.

Questo Portici ha un cuore immenso. La partita si era messa male con il vantaggio della Sessana nella prima frazione, all’intervallo erano i casertani a condurre le operazioni con una rete di vantaggio e il pubblico di casa si faceva sentire. Solo una grande squadra, dotata di carattere e personalità, ritorna dagli spogliatoi con gli occhi della tigre con il chiaro intento di sbranare chi si ritrova di fronte. L’ingresso di Rima ha rappresentato la svolta ma già da prima l’intera squadra aveva cambiato volto, presentandone uno molto più famelico rispetto ai primi 45′ e per la Sessana non c’è stato più niente da fare. È stato un autentico show, quarta vittoria consecutiva e, dopo il tris in casa dell’Hermes Casagiove, ne è stato servito un altro, sempre dalle parti di Caserta, stavolta a Vitulazio. È un Portici che vince divertendosi e che non si ferma più, a fare da cornice c’è un entusiasmo generale che inizia ad essere contagioso.

La partita inizia a ritmi altissimi, entrambe le squadre si affrontano a viso aperto desiderose di procacciarsi l’intera posta in palio. La prima occasione è del Portici con un gran tiro da fuori di Scielzo, la palla si stampa sull’incrocio dei pali, brivido per la porta locale. La Sessana ribatte con un gran tiro di Di Ruocco che scheggia la parte alta della traversa. Due squilli che fanno capire come la gara possa sbloccarsi da un momento all’altro anche grazie alla giocata di un singolo alla luce del perfetto equilibrio. Al 13′, Ioio recupera una bella palla stroncando sul nascere un tentativo degli avversari di impostare un’azione offensiva, serve Olivieri che si accentra, avanza palla al piede e lascia partire un tiro che si spegne di poco a lato. Al 28′ ci prova ancora Di Ruocco per i padroni di casa ma la sfera termina sul fondo. Al 31′ la Sessana passa in vantaggio: calcio piazzato battuto da Di Ruocco sulla trequarti dell’area porticese, palla in mezzo e Parente, in posizione sospetta, fredda Amato con un colpo di testa. Il Portici prova a reagire ma la retroguardia casertana si difende bene e non lascia spazi nonostante gli azzurri facciano il possibile per riequilibrare le sorti della contesa. La prima frazione, comunque, si conclude con la compagine locale in vantaggio di una rete grazie ad un episodio.

La ripresa si apre con un Portici molto più intraprendente e propositivo, determinato a far sua la partita e a ribaltare il risultato, spinto anche da un tifo encomiabile presente in quel di Vitulazio. Al 51′, mister Borrelli decide di dare maggiore peso al reparto offensivo togliendo un centrocampista come Sardo, che non aveva affatto demeritato, e inserendo Rima. Proprio l’oplontino entra come una furia e si abbatte sulla Sessana. Passano tre minuti e il neo entrato non perdona facendosi trovare al posto giusto al momento giusto. Murolo si invola sulla destra, la mette in mezzo rasoterra, la palla arriva a Rima che, da distanza ravvicinata, individua il punto dove il portiere non può arrivarci. 1-1 e Portici galvanizzato. Gli azzurri, anche oggi in maglia bianca, si riversano nella metà campo avversaria trasudando una brillantezza invidiabile e tanta voglia di imporsi. Il pareggio non basta, la squadra vuole i tre punti. La Sessana trema più volte, il pubblico di casa invoca la vittoria, ma su una ripartenza fulminea di Murolo e Ioio, i vesuviani sfiorano il gol del raddoppio. Lo stesso con una punizione di Basso con la palla che si spegne di pochissimo alta sopra la trasversale. È un Portici incisivo e frizzante, manca solo il secondo gol, che arriva al 75′ con Scielzo. Azione di caparbietà dell’ex Napoli che, all’interno dell’area di rigore, resiste fisicamente alla marcatura avversaria e, prima che il portiere si avventi sulla palla, ci mette lo zampino per trafiggerlo e vedere la palla superare la linea di porta. È delirio puro tra i tifosi, il numero 7 elude i compagni, pronti a sommergerlo, per dirigersi sotto il settore dei tifosi porticesi, le cui braccia si infilano tra gli spazi della recinzione e si protendono per toccare le maglie piene di sudore dei giocatori. Neanche l’ingresso di un attaccante esperto e dal passato importante come Fava Passaro riesce a dare brio ad una Sessana rintronata dall’intensità di un Portici giovane e terribile. Gli uomini di mister Borrelli hanno la gara in pugno, non basta la generosità ai casertani che capitolano definitivamente all’87’, giustiziati da un capolavoro di Ioio. Dopo una sgroppata dal centrocampo, l’ex Sibilla si ritrova a tu per tu con Borrelli superandolo con un pallonetto da attaccante di razza. Arriva la sentenza per gli avversari e la gioia per un Portici da brividi.

Al triplice fischio è un tripudio di felicità per una squadra capace di imporsi sul campo di una Sessana costruita per vincere e che annovera tra le proprie file gente sia dal ricco curriculum che dalle grandi quotazioni per la categoria. Lo svantaggio non ha scalfito gli azzurri che, con pazienza e forza di volontà, sono rientrati dall’intervallo con gli occhi iniettati di sangue per mettere a ferro e fuoco l’area aurunca, sbancare Vitulazio e volare in classifica.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *