Sessana-Portici 1906: 1-3. Le dichiarazioni dei protagonisti

Nel servizio video realizzato dalle telecamere di Sport Event, si possono sia rivedere le immagini della partita, e ne vale la pena, che ascoltare le dichiarazioni a fine gara dei protagonisti. Il primo a presentarsi ai nostri microfoni è stato mister Borrelli che ha parlato di primo tempo equilibrato con la Sessana brava a sfruttare un calcio piazzato, mentre nella ripresa la sua squadra è ritornata in campo con una mentalità importante giocando a sua immagine e somiglianza, assumendo le caratteristiche che lo contraddistinguevano da calciatore: umiltà, sacrificio, corsa, aggressività. Il tecnico ha parlato anche di un secondo tempo tra i migliori, se non il migliore, disputato dall’inizio della stagione, peraltro contro un’avversaria fortissima. È vero che l’obiettivo è quello di divertirsi ma farlo vincendo è tutta un’altra cosa, ne è consapevole anche lui, e non può essere altrimenti, visto che vedere i frutti dell’impegno negli allenamenti è quanto di più soddisfacente ci sia e questo Portici sta meritando i risultati ottenuti finora. Anche il presidente, Lorenzo Ragosta, ha parlato di vittoria meritata e questo dà la misura della forza del Portici che, meritando di vincere sul campo della Sessana, forse dimostra di esserci. Il presidente ha sottolineato il forse,  conscio che il difficile viene adesso, perché ora, accompagnati da questo entusiasmo, bisogna confermarsi su livelli così alti contro avversarie che guarderanno il Portici in un modo diverso, come una bella e ambiziosa realtà del girone. Inoltre, non si vuole sbilanciare sulle aspirazioni del Portici, ancora presto per lanciarsi in previsioni. A dir poco soddisfatto, Patrizio Ioio che si è sbloccato a Vitulazio, era andato in rete in coppa Italia, a Pimonte, ma in campionato era ancora con le polveri bagnate. Ha deciso di ritornare a fare ciò che più gli riesce, segnare, nella gara più insidiosa sulla carta, e lui l’ha chiusa con un gol da attaccante vero, una prodezza da vedere e rivedere. La dedica è per la fidanzata, Simona, poi ha espresso tutta la sua contentezza sia per il gol che per la vittoria, rimarcando le difficoltà di giocare sul campo di una squadra che punta al vertice del girone e di ribaltare la gara che, alla fine del primo tempo, vedeva il Portici sotto di una rete.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *