Sibilla: scopriamo i nostri avversari

È una squadra candidata ad un posto nei play off, la Sibilla è un’avversaria davvero dura per il Portici che, se vuole centrare la quinta vittoria consecutiva, deve pensare di giocare una finale. La compagine flegrea ha subito riscattato il brutto ko del “Giraud” di Torre Annunziata rifilando un tris all’Arzanese. Ironia della sorte, dopo la gara di domani pomeriggio, si affronterà la Sibilla anche mercoledì per l’andata degli ottavi di finale della fase regionale di coppa Italia. Ma intanto è meglio pensare a questa ottava giornata di un campionato che vede il Portici sul podio e che, con altri tre punti, non solo consoliderebbe la terza piazza, ma arriverebbe con molta più serenità mentale al big match di Torre Annunziata. Ora testa rivolta esclusivamente a questa partita importantissima, che arriva dopo la sbornia di Vitulazio, una grande prestazione che ormai ci si deve mettere alle spalle e di cui deve restare solo la fiducia instillata in tutti i giocatori. Alla guida del team bacolese c’è un allenatore come Ivan De Michele che, pur essendo un giovane, può già fregiarsi di alcuni titoli vinti come le due coppe Italia negli ultimi due anni quando era al timone della Virtus Volla. Ha disputato campionati importanti sulla panchina vollese, accreditandosi come uno dei migliori tecnici emergenti, e dalla vecchia squadra, ha trapiantato nella nuova pedine importanti come Avolio in difesa, D’Abronzo a centrocampo e Solano in attacco. Una spina dorsale traslata nella nuova realtà in cui si trova ad operare e, per il momento, i risultati non dispiacciono. La squadra ha conquistato dodici punti, tre in meno rispetto al Portici, segno di una competitività di tutto rispetto. Come già anticipato, in difesa spicca Avolio, pupillo del tecnico, mentre a centrocampo la fanno da padrone D’Abronzo e Florio. Il primo è andato a segno in due occasioni, tra cui una rete decisiva nel successo di misura ottenuto ai danni della Sessana. Florio, invece, ha timbrato il cartellino nel 3-1 con cui, nell’ultima giornata, ci si è imposti contro l’Arzanese. Il protagonista della vittoria è stato bomber Palumbo, autore di una doppietta, lui che, insieme Solano, forma una coppia d’attacco di grande livello. Palumbo, per lui già quattro gol all’attivo, è reduce da un anno e mezzo vissuto da protagonista con la Sessana, segnando la bellezza di 29 reti. Mentre Solano rientra nelle grazie di mister De Michele che l’ha voluto con sé a Bacoli visto che lo scorso anno, in terra vollese, ha realizzato gol pesantissimi. Restando in tema attaccanti, sarà sicuramente una gara particolare per Ioio che, sbloccatosi domenica scorsa in campionato, incontra subito il suo passato, una maglia con cui lo scorso anno è andato a bersaglio ben diciassette volte senza calciare rigori. Uno score che gli è valso le attenzioni di tanti club ma con il Portici lesto a strapparlo ad una nutrita concorrenza. C’è da dire, inoltre, che la Sibilla è una squadra che ha in uggia i pareggi, finora non ha mai impattato totalizzando quattro vittorie e tre sconfitte, segno che l’imprevedibilità è una delle caratteristiche insite in questo gruppo. Occhio ad un’avversaria che vorrà dire la sua per la lotta play off e che verrà al “Liguori” per giocarsi la partita, serve il miglior Portici, quello delle ultime settimane, per poter avere ragione dei flegrei.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *