Mister Borrelli incorona la squadra: “Perfetta! Una gioia allenare questi ragazzi”

Si presenta in sala stampa provato dalla partita, come se avesse giocato anche lui, forse non immaginava di riuscire a collezionare impresa su impresa e, dopo nove giornate, si può tranquillamente dire che è un Portici straripante. L’anno scorso giocava, e lo faceva a grandissimi livelli, dopo qualche mese allena, e lo fa a grandissimi livelli. Il suo ruolo è cambiato ma il prodotto è sempre uguale. Il merito suo è indiscutibile, ma questi risultati non potevano essere raggiunti senza una squadra in grado di ascoltare le sue direttive e metterle in pratica: “Non potevo chiedere di meglio per iniziare la carriera da allenatore. I ragazzi sono straordinari e mi somigliano sempre di più, per me allenarli è una gioia immensa”. La gioia immensa coinvolge anche quei tifosi che sono accorsi al “Giraud” e quelli che erano presenti con il cuore. Da rivelazione il Portici sta diventando realtà, e ne è consapevole anche il suo timoniere: “Essendo un allenatore giovane, forse in pochissimi avrebbero scommesso qualcosa su questo nostro progetto, ora stiamo lassù e, giornata dopo giornata, dimostriamo di meritare un posto nell’alta classifica”. In un certo senso, si è partiti come scommessa ma ora, altro che scommessa! Si sta facendo davvero qualcosa di grande, ma questo, per quanto inebriante possa essere, non deve portare ad una crescita del livello di aspettativa, bisogna andare avanti così come si è iniziato: senza proclami. Non è detto che le vittorie debbano portare trionfalismi o fanfare, più si va avanti così e meglio è, anche perché sembra difficile fare di più. Mister Borrelli è consapevole che la rotta è quella giusta: “I ragazzi non devono pensare alla classifica, dobbiamo continuare a divertirci come stiamo facendo. Non abbiamo la pressione di dover vincere a tutti i costi, come non l’avevamo a Torre Annunziata, la nostra squadra è composta da tanti giovani più qualche over di buona esperienza e affidabilità che risulta indispensabile per gli equilibri. Il segreto per restare nell’alta classifica è quello di non pensare troppo ma continuare a divertirci”. Seguitando di questo passo, a divertirsi sono anche coloro che vengono a vedere questo Portici che, oltre a vincere, surclassa gli avversari attraverso un gioco che suscita tanti “oh” di meraviglia. Stavolta non ci si può nascondere commentando una partita giocata ad altissimi livelli per tutti i 90’, e anche il mister utilizza un aggettivo che non ha bisogno di interpretazioni: “Perfetta! La squadra è stata perfetta contro un’avversaria di grande caratura come il Savoia. Credo che la vittoria sia ampiamente meritata, davvero siamo andati sopra le righe per cuore ed intensità, complimenti ai miei ragazzi”.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *