Il servizio su Boys Caivanese-Portici e le dichiarazioni dei protagonisti

Un pari importante per il Portici, che ha strappato applausi in casa della Boys Caivanese, in un campo che ha mietuto vittime illustri. È una squadra che non muore mai quella di mister Borrelli che, anche quando sembra non averne più, estrae improvvisamente un coniglio dal cilindro. Solo chi ha carattere da vendere passa sotto due volte e riesce sempre a reagire, in un ambiente reso infuocato dai mille tifosi caivanesi. Ecco, una squadra come il Portici, imbattuta dopo dodici giornate, meriterebbe sempre il pubblico delle grandi occasioni, anche al “Papa” di Cardito è stata fornita una prestazione convincente. Passano le settimane e più cresce questo Portici che pare destinato a migliorare sempre di più, ecco perché veramente ci si può divertire tanto fino a fine campionato. Mister Borrelli parla di grande gara disputata da entrambe le squadre e solo un grande Portici poteva tenere testa a questa Boys Caivanese cui vanno fatti i complimenti. Bisogna continuare così per il tecnico azzurro che ricorda come nessuno avrebbe scommesso un euro su un Portici secondo nel mese di dicembre e che ci sono giocatori giovani che possono ambire a categorie superiori. Il direttore sportivo, Orlando Stiletti, sottolinea le difficoltà della trasferta, il grande pubblico locale e l’ottima ospitalità della società gialloverde. Parla di maturità del Portici e di cinismo della Boys Caivanese, ritenendo che, con qualche episodio favorevole, si potevano creare le condizioni per tornare a casa con l’intera posta in palio, ma anche il punto va accolto con il sorriso perché permette di mantenere la lunga imbattibilità. Ancora un’altra ottima prestazione di Enzo Basso che, come interno sinistro di centrocampo, gioca molto con Scielzo formando un’asse temibile e insidiosa. L’ex Herculaneum, che si appresta ad affrontare la sua ex squadra nel prossimo turno di campionato, esprime soddisfazione per la grande reazione della squadra rimardando la difficoltà di farlo per ben due volte in un campo trappola come quello di Cardito. Parola anche a mister Amorosetti che pone l’accento sulla bella partita di calcio e mostra un po’ di rammarico per non aver sfruttato gli episodi favorevoli per vincere la gara ma allo stesso c’è la consapevolezza che si sarebbe potuto anche perdere. Nel servizio di Sport Event, si possono sia rivedere le immagini della bella, pirotecnica e imprevedibile partita che ascoltare le interviste ai protagonisti.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *