Savoia-Portici 2-2. Le dichiarazioni di mister Borrelli e Scielzo

Il suo Portici è ancora imbattuto e ormai, tra campionato e coppa Italia, si è perso il conto di questa lunghissima striscia di risultati utili consecutivi. Dovendo giocare la qualificazione nell’arco di 180′ contro il Savoia, c’era anche un po’ di timore della gara del “Giraud”, invece, si è pareggiato 2-2 e c’è addirittura il rammarico di non aver vinto. Il doppio vantaggio maturato grazie ai gol di Scielzo e Ragosta, aveva messo la gara in discesa e poi, complice anche la stanchezza e qualche errore di superficialità, il Savoia ha rimontato ma il risultato resta più che positivo considerato che si giocherà il ritorno in casa. “E’ come se avesse pareggiato il pubblico”, ha detto mister Borrelli nella sala stampa del “Giraud”. In effetti, così è stato, il gol di Toscano che ha accorciato le distanze, ha risvegliato il pubblico di casa che ha spinto la squadra a crederci fino alla fine. Dichiarazioni che devono scuotere anche i tifosi del Portici, chiamati a raccolta in vista del derby contro l’Herculaneum. Sulla carta, gli uomini di Squillante hanno qualcosa in più, non è un caso che guidino la classifica con un ruolino di marcia impressionante, per metterli in difficoltà, per fare in modo che si impantanino, c’è bisogno di un grande pubblico. Queste sono proprio quelle partite in cui si può giocare in dodici senza essere squalificati, ma spetta al pubblico se voler incidere o meno, se voler essere determinante o meno, sicuramente assumerebbe un ruolo di grande responsabilità. Ma, tornando alla partita, mister Borrelli l’ha commentata così: “C’è stato solo Portici per settanta minuti, poi ci sono stati degli errori individuali che hanno pesato nell’economia della classifica e la stanchezza si è fatta sentire visto che, tra squalifiche e infortuni, avevo anche gli uomini contati. Faccio i complimenti ai ragazzi per il solito impegno e la solita abnegazione. Ripeto che la stanchezza si è fatta sentire nell’ultima parte della gara ma, se avessimo segnato il terzo gol che abbiamo sfiorato, probabilmente sarebbe stata più dura per il Savoia che, comunque, ha avuto il merito di crederci capitalizzando le uniche due occasioni che le abbiamo concesso”. Analizzata la gara di Torre Annunziata, tra quindici giorni si ripartirà da questo 2-2 e ci si contenderà l’approdo alla semifinale di coppa Italia, un pensiero non può non andare al campionato, che vede il Portici secondo in classifica e che si accinge ad ospitare la capolista Herculaneum, tra l’altro, la rivale di sempre: “Quella granata è una squadra costruita per vincere, per noi sarà una partita come le altre, anche perché la prepareremo come abbiamo preparato le altre. Questa è la nostra mentalità, considerare ogni gara una finale indipendentemente dal valore dell’avversaria. Sarà bello affrontare da allenatore mister Squillante di cui sono un figlioccio non solo nel calcio ma anche nella vita, speriamo sia una bella festa di sport e che ci possiamo divertire”.

Ha avuto il merito di sbloccare la gara lui che, in campionato, aveva sentenziato il Savoia con il gol del poker. Pasquale Scielzo si esalta al “Giraud”, del resto lui è uno che, già da ragazzino, ha vissuto sfide dal grande fascino. L’aria di categoria superiore lo rende più esplosivo che mai ma, fuori dal campo, riesce a mantenere i piedi per terra: “Siamo contenti del secondo posto anche se il nostro obiettivo non è quello di vincere il campionato, non carichiamo di alcuna pressione il derby con l’Herculaneum, è vero che si affrontano le prime due, ma noi siamo sempre quelli di inizio campionato. Se all’inizio dicevamo di volerci salvare e divertire, lo ripetiamo anche adesso perché in noi non è cambiato niente”: Il Portici, nel giro di un mese, ha giocato due volte a Torre Annunziata, prima è arrivata una vittoria travolgente e poi un pari comunque importante in ottica qualificazione. Il numero 7 azzurro si esprime circa la differenza tra le due partite: “Sono state diverse perché in campionato, abbiamo giocato con un piglio arrembante dall’inizio fino alla fine, mentre in coppa Italia siamo andati in difficoltà nel finale e non siamo riusciti a portare a casa il risultato pieno. Significa che proveremo a farlo al ritorno”.

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *