Dal “San Ciro” a p.zza San Ciro: Avolio e Magaddino presentati in sede

Dopo la partita vinta contro il Savoia, che ha regalato al Portici le semifinali di coppa Italia, era prevista la presentazione nella sede del Portici di Avolio e Magaddino. Il tempo di farsi la doccia e i due nuovi acquisti già erano “volati” a p.zza San Ciro, arrivando con largo anticipo, approfittando per starsene seduti comodamente bevendo un drink. Il centrocampista proveniente dalla Sibilla, ha giocato tutti i 90′ contro il Savoia, offrendo ancora una volta un contributo preziosissimo in mediana, mentre domenica pomeriggio, a Mondragone, il suo tiro forte e preciso diretto in porta, ha permesso a Ioio di metterci lo zampino e firmare il gol vittoria. L’esterno arrivato dal Real Forio, invece, è stato tenuto a riposo, il mister non ha voluto rischiarlo perché è alle prese con alcuni problemi muscolari, anche se nulla di grave. Il suo esordio l’ha fatto nel derby contro l’Herculaneum, entrando a gara in corso e rendendosi anche molto pericoloso in fase offensiva, soprattutto in quell’azione in velocità che avrebbe meritato miglior sorte. Indubbiamente, si tratta di due grandi colpi di mercato del diesse, Orlando Stiletti, il loro valore è indiscutibile e alzano sicuramente il tasso di competitività della squadra. Oltre a questo, Avolio e Magaddino sono dei bravissimi ragazzi, educati e rispettosi, che non è un dettaglio di poco conto. Sono venuti in sede, naturalmente in tuta, come prima di ogni partita. Il Portici ha la fortuna di avere la sede ufficiale nel cuore della città, una sede che è anche un archivio vivente di quella che è stata la storia del club azzurro. Nel mese di luglio, ogni pomeriggio c’era un via vai di persone, erano giorni caldi in cui si annunciavano i nuovi acquisti, quelle erano giornate rese roventi da un sole particolarmente forte, queste, invece, sono rese magiche dall’atmosfera del Natale, con tante luci accese dai balconi, fuori ai negozi e disseminate per le strade della città. Ma queste sono giornate rese magiche anche da un Portici che non vuole fermarsi più, che non si è mai fermato e che non è disposto a farlo ora: è arrivato anche l’approdo alle semifinali di coppa Italia, il mister lo voleva fortemente. Dal “San Ciro” a p.zza San Ciro, come se ci fosse un filo invisibile ma indissolubile, Avolio e Magaddino hanno conosciuto anche la sede ufficiale della società, dove qualche settimana fa è stato ospitato Ciccio Foggia, la storia del calcio porticese. Entrambi i giocatori già avevano rilasciato dichiarazioni al momento delle firme, la sede l’hanno vista e apprezzata, ora deve essere il campo a continuare a parlare…

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *