Andrea Nani, il grande tifoso del Piacenza folgorato dal Portici

Andrea Nani è un piacentino doc, molto tifoso del Piacenza che, sapendo di dover venire a Portici per Capodanno, si è collegato in rete per scoprire se lì, in quel comune del Napoletano, ci fosse la squadra di calcio. Così si è imbattuto nel nostro sito e nella pagina Facebook, ha letto l’indirizzo e-mail della società e ci ha contattati chiedendoci una sciarpa. Il 29 dicembre si è presentato al “San Ciro”, mentre la squadra si allenava, già mentre era a Piacenza ha potuto informarsi circa il bel campionato che sta disputando il Portici, desideroso di accreditarsi come una realtà ambiziosa del calcio campano. Appena arrivato, è rimasto subito affascinato dallo stadio, sicuramente di un’altra categoria rispetto all’Eccellenza, ecco, abbiamo una struttura suggestiva e invidiabile, che peccato dover emigrare in campionato per le gare casalinghe. Che si faccia tutto il possibile per ridare dignità al “San Ciro”, soprattutto ad un manto erboso avvilente, non è ammissibile avere un impianto di questo impatto e aprirlo solo in alcune occasioni. Si dice che il Sud si contraddistingua per calore e il Nord per organizzazione, ma Andrea Nani è un sanguigno, un passionale, uno che ama la squadra della propria città indipendentemente dalla categoria. Attualmente il Piacenza, di cui è noto il passato glorioso anche nel massimo campionato italiano, è in serie D e sta distruggendo il proprio girone con un rendimento impressionante. “Se proprio vi dà fastidio venire allo stadio a tifare la squadra della nostra città, almeno passate a dare un contributo”, lo si può leggere sulla di lui bacheca Facebook, uno che ama la squadra della sua città al di là di tutto e a cui ferisce interiormente constatare la tiepidezza o la scarsa sensibilità di qualche piacentino verso il lupo biancorosso. Sembra proprio in linea con il Portici 1906, che vorrebbe portare tutti allo stadio al fine di creare un legame solido tra squadra e città e sviluppare un vero e profondo senso di appartenenza ai colori calcistici del proprio territorio. “Bando alla scaramanzia, perché non sognare la serie D?”, ci ha detto quando è venuto a trovarci, del resto lui ha visto la classifica e chi è secondo, finché può, deve provare ad insidiare la capolista, anche se gli obiettivi all’inizio erano altri. Magari, se i risultati fossero stati meno brillanti, il caro Andrea, pur essendo un appassionato collezionista, non avrebbe neanche perso il proprio tempo per chiedere una sciarpa del Portici. Be’, da ora in poi, avremo un tifoso in più in terra emiliana, e può testimoniarlo questa foto che lo ritrae a Piazza Cavalli, uno dei punti più rappresentativi di Piacenza, mentre lui e la sua dolce metà, Valeria Iengo, tengono tra le mani la sciarpa azzurra. Ma Andrea non si è limitato solo alla sciarpa, è rimasto così affascinato dal calendario da procurarsene diversi per regalarli ad amici. Del resto, quale regalo migliore per esportare le bellezze della nostra città? Nel nostro calendario c’è tutto e soprattutto c’è tanto. Ora, pur essendo un grande tifoso del Piacenza, Andrea Nani ci seguirà attraverso il web e come sarebbe bello se con la sua Valeria ci venisse a trovare di nuovo, magari per festeggiare qualcosa di importante…

Ufficio Stampa A.S.D. Portici 1906 – Maurizio Longhi

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *