Portici, un rigore di Manzo basta per battere il Savoia nella bolgia del San Ciro

 

Quarto scontro diretto vinto per il Portici, che in un San Ciro gremito in ogni ordine di posto batte il Savoia grazie al rigore procurato e trasformato da Tommaso Manzo.

Dopo aver battuto due volte l’Afragolese, anche il Savoia cade per la seconda volta sotto i colpi dell’armata Borrelli. Partita tesa e nervosa in avvio. Le due squadre si studiano e non sembrano voler accelerare alla ricerca del vantaggio.  A prevalere è la paura, fin quando Manzo ci prova quasi da centrocampo, provando ad approfittare del posizionamento non perfetto di Gallo, ma la palla termina sul fondo. È un po’ la scossa che serviva al match e infatti il Portici inizia ad alzare il baricentro ed a farsi vedere dalle parti dell’estremo difensore biancoscudato. Panico ci prova dal limite esaltando i riflessi di Gallo che si allunga alla sua destra per sventare in corner la minaccia, ma il risultato non si sblocca e la gara si trascina fino all’intervallo sullo 0-0. La ripresa inizia con il Portici all’arrembaggio alla ricerca del vantaggio. Di Pietro si fa anticipare all’ultimo da Gallo, poi bastano 8 minuti a Manzo per procurarsi un calcio di rigore (mani in area di Bosco) e trasformarlo alla sinistra del portiere. Poco dopo ancora Manzo sfiora il raddoppio con un pregevole pallonetto che si spegne di poco alto. Il Savoia tenta la reazione, ma è troppo confusionaria la manovra dei bianchi ed è ancora la formazione azzurra ad andare vicino al gol con Fava, che di testa su cross di uno scatenato Panico non riesce ad inquadrare la porta. All’82’ clamorosa occasione in contropiede fallita da Murolo, che scatta verso Gallo ma non riesce ad indirizzare nell’angolino alla destra del portiere, il quale sbarra la strada all’attaccante vesuviano. Ancora Murolo pericoloso di testa su corner, ma la traiettoria è centrale e Gallo para. Nel finale ancora Fava pericoloso di testa: palla alta. Il Savoia impegna Mola con un colpo di testa di Bosco, ma non riesce a sfondare. Allo scadere espulso Ruscio per doppia ammonizione ma il risultato non cambia: il Portici batte il Savoia e resta al primo posto in classifica, a +2 sull’Afragolese, mentre il Savoia scivola a -5.

Portici – Savoia 1-0, il tabellino

Portici: Mola, Visone, Boussaada, Olivieri, Follera, Fiorillo, Panico (35’st E. Murolo), Ruscio (28’st Incoronato), Fava Passaro (47’st Noviello), Manzo (20’st Sardo), Di Pietro. A disp. Testa, Fiorillo, V. Murolo, Franci. All. Borrelli.

Savoia: Gallo, Adamo, Guarro, Agata (14’st Sibilli), Castaldo, Bosco, Borrelli, Prevete, Esposito, Pianese (14’st Tulimieri), Grimaldi (24’st Onda). A disp. Formisano, Rocchino, Olimpo, Blasio. All. Fabiano.

Arbitro: Turrini di Firenze (Cipolletta di Avellino e Conte di Napoli).

Reti: 8’st Manzo

Note: Spettatori 1500 circa. Ammoniti Follera e Ruscio (P); Agata, Bosco e Prevete (S). Angoli 5-4. Recupero 2’pt, 7’st.

Vincenzo Tanzillo

Ufficio stampa ASD Portici 1906