180 minuti ci separano dal sogno: domani c’è bisogno del sostegno di tutti

Domani è un grande giorno per la città di Portici: gli azzurri giocano l’ultima gara casalinga con la possibilità di essere promossi in Serie D con un turno d’anticipo. Una partita, quella contro il Real Forio, ancor più importante dello scontro diretto col Savoia. Gli isolani sono già salvi e proprio per questo possono rappresentare un’insidia per gli uomini di Borrelli, potendo giocare con la mente libera e senza nulla da perdere. Hanno tutto da perdere invece Olivieri e compagni, visto che sono solo due le lunghezze di vantaggio sull’Afragolese. Un passo falso potrebbe quindi pregiudicare tutto ciò che è stato costruito fino ad oggi, anche in caso di pareggio e di contemporanea vittoria degli inseguitori rossoblu.

 

Il regolamento in caso di arrivo a pari punti tra due squadre parla chiaro: non come in Serie A in cui vince chi è in vantaggio negli scontri diretti, in Eccellenza è prevista la disputa di uno spareggio in campo neutro per decretare la vincitrice del campionato.

 

Negli ultimi giorni si è tanto parlato del record del Calcio Napoli, che è l’unica squadra nei massimi campionati europei ad aver permesso a quattro calciatori di andare in doppia cifra in classifica cannonieri. Un po’ come il Portici, fatte le debite proporzioni. Manzo 15 reti, Fava 14, Murolo 13 e Incoronato 12, sono i cannonieri di questa squadra, che non a caso ha il miglior attacco del girone e anche la miglior difesa. Manzo, Fava, Murolo e Incoronato come Mertens, Insigne, Hamsik e Callejon. 

 

C’è bisogno del sostegno di tutti per spingere i ragazzi verso la Serie D. Domani servono i tre punti per blindare il primo posto (in caso di contemporanea vittoria dell’Afragolese, impegnata in casa contro la Mariglianese già salva), ma qualora dovessero arrivare buone notizie da Afragola, ci potrà essere la possibilità di festeggiare tutti insieme un traguardo storico, che da queste parti manca da ben 22 anni.

Vincenzo Tanzillo