Il 2017 del Portici: dalla promozione in Serie D ad una salvezza da conquistare

Il Portici, per struttura societaria e per background storico degli ultimi anni, è partito anche quest’anno carico di entusiasmo e di buoni propositi per affrontare una categoria che mancava da 25 anni in città. Gli azzurri hanno chiuso il 2017 con una vittoria per 1-0 ottenuta in casa della Gelbison, allontanandosi così da una zona calda che tanto si era paventata prima che la squadra cambiasse andamento. La Portici calcistica sta vivendo ancora quella grande rinascita partita anni fa, la stessa rinascita che col tempo è diventata una solida realtà nel panorama calcistico campano. Dopo la vittoria del campionato e della Coppa Italia d’eccellenza lo scorso anno, gli azzurri guidati allora dal tecnico Pasquale Borrelli, aprirono il 2017 con una vittoria contro il Pimonte per 2-1, qualche altra vittoria (la vittoria in rimonta 4-3 con l’Afragolese o la vittoria col Savoia davanti ad un San Ciro gremito) e nessuna sconfitta nel girone di ritorno indirizzarono il campionato, che fu meritatamente conquistato dalla squadra vesuviana. Nella D della nuova ed attuale stagione il Portici si presentava ai blocchi di partenza, dopo aver subito una rifondazione totale, ad affrontare il girone siculo-calabrese. Pur partendo benissimo (vittorie contro Messina e Roccella) la squadra guidata dall’allora tecnico Gianluca Esposito non riuscì ad esprimersi al meglio, e cosi dopo la sconfitta nel derby con l’Ercolanese si aprì una serie di cattivi risultati che portarono a metà Novembre all’esonero di Esposito e all’arrivo di Vincenzo Maiuri, con una piccola parentesi contro la Nocerina dove la squadra era stata affidata al mister della Juniores Miserini. Nelle ultime 5 partite dell’anno gli azzurri hanno alzato la testa e sono ripartiti alla grande grazie al neo tecnico milanese, subito esordio vincente con la Cittanovese in trasferta e vittoria roboante per 3-0 ai danni del Gela. Di seguito due sconfitte contro due formazioni top della categoria, 2-0 ad Acireale (punteggio maturato così solo nei minuti finali) e il tonfo casalingo immeritato contro la capolista Troina. Ma nell’ultima partita i ragazzi di Maiuri hanno rifiatato conquistando i 3 punti contro la Gelbison, una diretta concorrente per la salvezza distante adesso solo 1 punto. Insomma un 2017 sicuramente ricco di soddisfazioni per la squadra della città della reggia, a cui speriamo farà seguito un 2018 altrettanto importante.